Favole di Esopo/Della Volpe presa dal Cane

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Della Volpe presa dal Cane

../Del Lupo, e la Volpe ../Di un Orso, e sua Moglie IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Della Volpe presa dal Cane
Del Lupo, e la Volpe Di un Orso, e sua Moglie
[p. 275 modifica]

Della Volpe presa dal Cane. 348.


Finse la Volpe di esser caduta in mezzo di un Prato, acciocchè gli Ucelli vi andassero appresso, ed egli potesse prenderli, e mangiarli. Passò il Cane, e vedendola in quel modo distesa in terra, subito corse, e l’ammazzò, e la meschina disse: Volendo io gabbare altri, sono stata gabbata io, e perciò io muojo.

Sentenza della favola.

La favola significa, che quelli che cercano gabbare gli altri, non si devono dolere se sono loro gabbati.