Favole di Esopo/Di un Cane, e d'un Leone

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Di un Cane, e d'un Leone

../Di un Bue, ed un Giovenco ../De' Pesci IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Di un Cane, e d'un Leone
Di un Bue, ed un Giovenco De' Pesci
[p. 207 modifica]

Di un Cane, e d’un Leone. 191.


Il Cane disse al Leone; Perchè vai tu per le selve errando, e patisci fame, freddo, e caldo? e perchè non fai come io, che senza fatiga alcuna, vivo e pigliomi piacere? Il Leone rispose: Tu hai da mangiare, con dura fatica, ma sei soggetto, e servo, de io son libero, e non voglio servire. [p. 208 modifica]

Sentenza della favola.

La favola dimostra quanto sia buona, e bella la libertà.