Favole di Esopo/Di un Cane che temeva la pioggia

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Di un Cane che temeva la pioggia

../Della Gatta, e del formaggio ../Dell'Ortolano ed il Topo IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Di un Cane che temeva la pioggia
Della Gatta, e del formaggio Dell'Ortolano ed il Topo
[p. 286 modifica]

Di un Cane che temeva la pioggia. 375.


Era un Cane, il quale ogni volta, che pioveva mai usciva di casa, e domandato da un altro Cahe, perchè non usciva, rispose: io una volta fui tocco dall’acqua bollente, la quale mi pelò la schiena, e però temo ancora la fredda.

Sentenza della favola.

La favola dimostra, che chi ha patito mali gravi teme i leggieri.