Favole di Esopo/Di un Cigno, ed un'Oca

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Di un Cigno, ed un'Oca

../Di un Imbriaco, e la sua Donna ../Della Rondinella, e la Cornacchia IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Di un Cigno, ed un'Oca
Di un Imbriaco, e la sua Donna Della Rondinella, e la Cornacchia
[p. 130 modifica]

Di un Cigno, ed un’Oca. 56.


Un Uomo ricco nudriva, un Cigno, ed un’Oca, l’uno per il canto, e l’altra per mangiarla. Volendo ammazzare l’Oca nel tempo di notte, e non vedendo qual fosse l’Oca, fu in dì lei cambio preso il Cigno, e dovendo essere ammazzato col [p. 131 modifica]cantare fu conosciuto, e fuggì la morte.

Sentenza della favola.

La favola ci dà a dinotare, che la Virtù all’uomo giova anco ne’ pericoli di morte.