Favole di Esopo/Di un Villano, ed un Poeta

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Di un Villano, ed un Poeta

../Della Lepre, e della Volpe ../Di un Padre, ed un Figliuolo IncludiIntestazione 25 luglio 2016 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Di un Villano, ed un Poeta
Della Lepre, e della Volpe Di un Padre, ed un Figliuolo
[p. 256 modifica]

Di un Villano, ed un Poeta. 306.


Un Villano andò da un Poeta, perchè lavorasse i suoi campi, e trovandolo con i Libri, gli disse: Come può essere, che tu stai sempre solo? a cui il Poeta rispose: Io son solo ora, che tu sei venuto quà.

Sentenza della favola.

La favola significa, che un uomo letterato è solo, quando sta frà gl’ignoranti.