Favole di Esopo/Di una Lodola

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Di una Lodola

../Di uno Schirato, ed una Volpe ../Di un Cerviotto IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Di una Lodola
Di uno Schirato, ed una Volpe Di un Cerviotto
[p. 122 modifica]

Di una Lodola. 40.


Una Lodola essendo presa col laccio diceva: Guai a me infelice ucello, io non ho rubato nè oro, nè argento, nè alcuna altra cosa preziosa; ma un granello di frumento è causa della mia morte.

Sentenza della favola.

La favola è contra quelli, che per uno picciolo guadagno si mettono a gran pericolo.