Filocolo/Libro primo/42

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro primo - Capitolo 42

../41 ../43 IncludiIntestazione 17 settembre 2008 75% letteratura

Libro primo - 41 Libro primo - 43

Quando la reina udì queste parole, sospirando disse: - Oimè!, dunque ci ha la piacente Giulia abandonati? -; e comandò che ’l corpo di Giulia fosse nel suo cospetto recato; sopra ’l quale, poi che ella il vide, sparse amare lagrime e molte. E veramente il suo lieto animo non era il presente giorno tanto rallegratosi della natività dell’unico figliuolo, quanto la morta Giulia col suo pietoso aspetto l’attristò più. Ella comandò ch’ella fosse il vegnente giorno onorevolemente sepellita e presa nelle sue braccia la bella figliuola, lagrimando molte volte la baciò, dicendo: - Poi che alla tua madre non è piaciuto d’esser più con noi, certo tu in luogo di lei e di cara figliuola ne rimarrai. Tu sarai al mio figliuolo cara compagna e parente del continuo -. Molte fiate nel futuro pianse queste parole la reina, le quali nescientemente profetico spirito l’avea fatta parlare.