Fiore/CCXIV

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
CCXIV

../CCXIII ../CCXV IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

CCXIII CCXV

 
[...............................]

 Molto durò tra·llor quella battaglia,
Che ciascun roba e carni vi si straccia.
L’un l’altro abatte per forza di braccia.
Non fu veduta mai tal trapresaglia,4

 Che que’ d’entro facien troppo gran taglia
Di que’ di fuor; Amor allor procaccia
Che tra lor una trieva sì si faccia
Di venti dì, o di più, che me’ vaglia:8

 Ch’e’ vede ben che mai quella fortez[z]a,
Se·lla madre non v’è, non prendereb[b]e.
Allor la manda a chieder per Franchez[z]a.11

 Contra colei sa ben non si ter[r]eb[b]e:
Che s’ella il su’ brandon ver’ lor adrez[z]a,
Imantenente tutti gli ardereb[b]e.14