Fiore/CCXIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
CCXIII

../CCXII ../CCXIV IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

CCXII CCXIV

 
[...............................]

 Quando Sicurtà vide c[h]’Ardimento
Contra Paura avea tutto perduto,
Sì corse là per dargli il su’ aiuto
E cominciò il su’ tornïamento.4

 Ma contra lei non eb[b]e duramento:
Paura quello stormo eb[b]e vincuto,
E anche un altro, s’e’ vi fosse essuto.
Ma Sicurtà sì eb[b]e acorgimento:8

 Ispada e scudo gittò tosto in terra,
E·mantenente con ambo le mani
A le tempie a Paura sì s’aferra.11

 E gli altri, ch’eran tutti lassi e vani,
Ciascun si levò suso, e sì s’aterra
A quella zuffa, com’ e’ fosser cani.14