Fiore/CCXVI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
CCXVI

../CCXV ../CCXVII IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

CCXV CCXVII

 
[...............................]

 "Molte salute, madonna, v’aporto
Dal vostro figlio: e’ priegavi per Dio
Che ’l socor[r]iate, od egli è in punto rio,
Ché Gelosia gli fa troppo gran torto;4

 Ch’e’ nonn-à guar ched e’ fu quasi morto
’N una battaglia, nella qual fu’ io.
Ancor si par ben nel visag[g]io mio,
Che molto mi vi fu strett’ ed atorto".8

 Allor Venusso fu molto crucciata,
E disse ben che·lla fortez[z]a fia
Molto tosto per lei tutta ’mbraciata;11

 Ed a malgrado ancor di Gelosia
Ella serà per terra rovesciata:
No·lle varrà già guardia che vi sia.14