Fiore/CLXIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
CLXIII

../CLXII ../CLXIV IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

CLXII CLXIV

 
La Vec[c]hia

 "Tutti quanti le vann’ og[g]i blasmando,
E ciaschedun sì le ’ntende a ’ngannare:
Così ciascuna di noi dé pensare
A far che·lla ric[c]hez[z]a i metta bando.4

 E non dob[b]iamo andar il cuor fic[c]ando
In un sol luogo, ma dob[b]iàn pensare
In che maniera gli possiàn pigliare,
E girgli tutti quanti dispogliando.8

 La femina dé aver amici molti,
E di ciascun sì dé prender su’ agio,
E far sì c[h]’uon gli tenga per istolti;11

 E far lor vender la tor[r]e e ’l palagio,
O casa o casolari o vero i colti,
Sì che ciascun ci viva a gran misagio.14