Fiore/LXXIV

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
LXXIV

../LXXIII ../LXXV IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

LXXIII LXXV

 
L’Amante

 Intorno dal castello andai cercando
Sed i’ potesse trovar quel[l]’entrata
La qual Folle-Larghez[z]a avea fondata,
Per avacciar ciò che giva pensando.4

 Allor guardai, e sì vidi ombreando
Di sotto un pin una donna pregiata,
Sì nobilmente vestita e parata
Che tutto ’l mondo gia di lei parlando.8

 E sì avea in sé tanta bel[l]ez[z]a
Che tutto intorno lei aluminava
Col su’ visag[g]io, tanto avea chiarez[z]a;11

 Ed un suo amico co·llei si posava.
La donna sì avea nome Ric[c]hez[z]a,
Ma·llui non so com’ altri l’apellava.14