Fiore/VII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
VII

../VI ../VIII IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

VI VIII

 
L’Amante

 Molto vilmente mi buttò di fora
Lo Schifo, crudo, fello e oltrag[g]ioso,
Sì che del fior non cred’ esser gioioso,
Se Pietate e Franchez[z]a no·ll’acora;4

 Ma prima, credo, conver[r]à ch’eo mora,
Perché ’l me’ cor [i]stà tanto doglioso
Di quel villan, che stava là nascoso,
Di cu’ no·mmi prendea guardia quell’ora.8

 Or m’à messo in pensero e in dottanza
Di ciò ched i’ credea aver per certano,
Sì c[h]’or me ne par essere in bilanza.11

 E tutto ciò m’à fatto quello strano;
Ma di lui mi richiamo a Pietanza,
Che venga a·llui collo spunton i·mmano.14