Fiore/VIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
VIII

../VII ../IX IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

VII IX

 
L’Amante

 Se mastro Argus[so], che fece la nave
In che Giason andò per lo tosone,
E fece a conto regole e ragione
E le diece figure, com’ on save,4

 Vivesse, gli sareb[b]e forte e grave
Multiplicar ben ogne mia quistione
C[h]’Amor mi move, sanza mesprigione;
E di ciascuna porta esso la chiave,8

 Ed àllemi nel cor fermate e messe
Con quella chiavicella ch’i’ v’ò detto,
Per ben tenermi tutte sue promesse:11

 Per ch’io a·ssue merzé tuttor mi metto;
Ma ben vor[r]è’ che, quando gli piacesse,
E’ m’alleg[g]iasse il mal che·ssì m’à stretto.14