Frammenti (Archiloco)/XVIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
O Giove, o padre Giove, o tu del cielo

../XVII ../XIX IncludiIntestazione 11 febbraio 2011 100% Poesie

Archiloco - Frammenti (Antichità)
Traduzione dal greco di Achille Giulio Danesi (1886)
O Giove, o padre Giove, o tu del cielo
XVII XIX


[p. 46 modifica]

O Giove, o padre Giove, o tu del cielo
     Possente imperator, che de’ celesti
     Hai l’opre in guardia o temerarie o giuste,
     A te pur preme se dominio s’abbia
     Il torto o l’equità qui fra noi bestie 1.

Note

  1. Il sapore di questo frammento sta tutto nella magniloquenza della volpe, chiedente giustizia dei figli rapitile dall’aquila. Il poeta allude a sè ed al nemico Licambe.