I Fra' Domenican non mangian carne

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Pucci

XIV secolo I Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu sonetti Letteratura I Fra' Domenican non mangian carne Intestazione 15 ottobre 2016 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime scelte di poeti del secolo XIV/Antonio Pucci


[p. 354 modifica]

     I Fra’ Domenican non mangian carne
Sopra il taglier, perchè non sia veduta:
Se fusse in torta o in tondo battuta,
4Sicuramente allor posson mangiarne:
     Mangian de’ raviol sia pur che farne;
E nelFinfermità fan gran goduta;
Mostrandosi d’aver la febbre acuta,
8Si mangian de’ capponi e delle starne.
     Non fe così san Domenico pio,
Che patì affanni per terra e per mare
11Per predicar la parola di Dio,
     E nel pensier già mai non ebbe rio
Nella sua vita di carne mangiare,
14Ma fu somma onestà in fino al fio.
                         Adunque, al parer mio,
Ben séguita san Pietro e san Tommaso
17.......giunse a cotal vaso.