Il calderone magico/Indistinguibile dalla magia

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Indistinguibile dalla magia

../ ../Oltre la cultura del dono IncludiIntestazione 8 settembre 2014 75% Open Source

Eric Steven Raymond - Il calderone magico (1999)
Traduzione dall'inglese di Sabrina Fusari (1999)
Indistinguibile dalla magia
Il calderone magico Oltre la cultura del dono


Nella mitologia gallese, la dea Ceridwen possiede un enorme pentolone che produce cibo prelibato, ogni qualvolta gliene venga dato ordine con una formula magica nota soltanto alla dea. Nella scienza moderna, Buckminster Fuller ci ha fornito il concetto di "effimerizzazione", secondo cui la tecnologia diventa sempre più efficace e sempre meno costosa, via via che le risorse materiali investite nei progetti precedenti vengono sostituite da una quantità crescente di informazioni. Arthur C. Clarke ha messo in collegamento le due cose affermando che "ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia".

A molte persone, i successi della comunità open source sembrano un esempio inverosimile di magia. Software di alta qualità si materializzano "gratis", il che è bello finché dura, ma sembra a malapena sostenibile nel mondo reale, in cui dominano competizione e scarsità di risorse. Ma dov’è il trucco? La pentola magica di Ceridwen è soltanto un gioco di prestigio? E se non lo è, come funziona l’effimerizzazione in questo contesto? Qual è la formula magica della dea?