Il forte Atleta a duro tronco avvinto

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Benedetto Menzini

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Il forte Atleta a duro tronco avvinto Intestazione 16 novembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Benedetto Menzini


[p. 279 modifica]

XVII1


Il forte Atleta a duro tronco avvinto,
     Ivi trionfa, e m’ha di gloria il Regno;
     Gli strali che vibrò barbaro sdegno
     L’han di lor nobil guardia intorno cinto.
5Pensò vederlo debellato, e vinto
     Chi a mille dardi il pose unico segno;
     Ma il sangue ch’ei diffonde è a lui sostegno.
     Balsamo al suo morir, vita all’estinto.
Nella felice avventurosa schiera,
     10Che di Martirio aurea corona ottenne,
     Qual’alma andrà più de’ suoi pregi altera
Tra’ duri lacci a libertà pervenne;
     Ed a volar sulla celeste sfera,
     Gli strali, ond’è trafitto, a Lui fur penne.


Note

  1. Per S. Sebastiano Mare.