Il libro dell'arte/Capitolo CLXXIX

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Capitolo CLXXIX

../Capitolo CLXXVIII ../Capitolo CLXXX IncludiIntestazione 4 aprile 2016 75% Da definire

Capitolo CLXXVIII Capitolo CLXXX
[p. 134 modifica]

Capitolo CLXXIX.

Come, avendo dipinto il viso umano, si lavi e netti dal colore.


Usando l’arte, per alcune volte t’addiverrà avere a tignere o dipignere in carne, massimamente colorire un viso d’uomo o di femmina. I tuoi colori puoi fare temperati con uovo; o vuoi, per caleffare, ad oglio o con vernice liquida, la quale è più forte tempera che sia. Ma vorrai tu lavarla poi la faccia di questo colore, [p. 135 modifica]o ver tempere? togli rossumi d’uovo, a poco a poco gli frega alla faccia, e con la mano va’ istropicciando. Poi togli acqua calda bollita con romola, o ver crusca, e lavagli la faccia: e poi ripiglia un rossume d’uovo e di nuovo gli stropiccia la faccia. Avendo poi per lo detto modo dell’acqua calda, rilavagli la faccia. Tante fiate fa’ così, che la faccia rimarrà di suo colore di prima; non contando di più di questa materia.