Il libro dell'arte/Capitolo CXLII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Capitolo CXLII

../Capitolo CXLI ../Capitolo CXLIII IncludiIntestazione 4 aprile 2016 75% Da definire

Capitolo CXLI Capitolo CXLIII
[p. 94 modifica]

Capitolo CXLII.

Come si disegna, si gratta, e si grana un drappo d’oro o d’argento.


Avendo spolverizzato il tuo drappo, abbi uno stiletto di scopa, o di legno forte, o d’osso; punzío, come stile proprio da disegnare, dall’un de’ lati; dall’altro, pianetto da grattare. E colla punta di questo cotale stile va’ disegnando e ritrovando tutti i tuo’ drappi; e coll’altro lato dello stile va’ grattando, e gittandone giù il colore bellamente, che non vadi sfregando l’oro. E gratta qual tu vuoi, o vuo’ il campo, o vuo’ l’allacciato; [p. 95 modifica]e quello che scuopri, quello con la rosetta grana poi. E se in certi trattolini non puo’ mettere la rosetta, abbi solo un punteruolo di ferro che abbi punta come uno stile da disegnare. E per questo modo cominci a saper fare i drappi d’oro. Se vuoi fare drappi d’ariento, quella medesima ragione e condizione si vuole avere a mettere d’ariento che mettere d’oro. Anche ti dico, se vuoli insegnare ai putti o ver fanciulli a mettere d’oro, fa’ lor mettere d’ariento, acciò che ne piglino qualche pratica; perchè è men danno.