Il milione (Laterza,1912)/CXL

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
CXL. Dell'isola di lava

../CXXXIX ../CXLI IncludiIntestazione 24 dicembre 2018 75% Da definire

CXXXIX CXLI
[p. 195 modifica]

CXL (CLXIII)

Dell’isola di lava.

Quando l’uomo si parte di Ciamba, e va tra mezzodi e isciroc bene mille cinquecento miglia, si viene ad un’isola grandissima, c’ha nome Iava. E dicono i marinai ch’ella è la maggiore isola del mondo, che gira bene tremila miglia. E sono al gran re, e sono idoli, e non fanno trebuto a uomo del mondo; ed è di [p. 196 modifica]molta gran ricchezza. Quivi hae pepe e noce moscade e spigo e galanga e cubebe e garofani e di tutte care ispezie. A questa isola vengono grande quantitá di navi e di mercatanzie, e fannovisi grandi guadagni. Quivi hae tanto tesoro che non si potrebbe contare. Lo Gran Cane non l’ha potuta conquistare per lo pericolo del navicare e della via, sí è lunga. E di questa isola i mercatanti di Zaito e delli Magi n’hanno cavato e cavano gran tesoro. Or andiamo piú innanzi.