Io m'aggio posto in core a Dio servire

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giacomo da Lentini

XIII secolo I poesie duecento Io m'aggio posto in core a Dio servire Intestazione 11 settembre 2008 75% poesie

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

 
  Io m’ag[g]io posto in core a Dio servire,
com’io potesse gire in paradiso,
al santo loco, c’ag[g]io audito dire,
o’ si mantien sollazo, gioco e riso.5
  Sanza mia donna non vi voria gire,
quella c’à blonda testa e claro viso,
che sanza lei non poteria gaudere,
estando da la mia donna diviso.
  Ma non lo dico a tale intendimento,10
perch’io pecato ci volesse fare;
se non veder lo suo bel portamento,
  e lo bel viso e ’l morbido sguardare:
che·l mi teria in gran consolamento,
veggendo la mia donna in ghiora stare.