La Cicceide legittima/I/CCCXXII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

CCCXXII ../CCCXXI ../CCCXXIII IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

I - CCCXXI I - CCCXXIII
[p. 163 modifica]

Al Sig. Moraldi, che desiderava il ritratto di D. Ciccio per porlo nella Cicceide.

cccxxii.

SIgnor, da non so chi m’è stato detto
     Con gran piacer, che tu dopo aver fatto
     De la Cicceide nostra un Volumetto,
     4E già finito di copiarlo affatto,
Per dare in fin la perfezione al fatto,
     Vorresti dell’Eroe, che da soggetto
     A tal poema un picciolo ritratto
     8Da porlo in fronte al libricciuol sudetto.
Or tu, se brami, che ti sia concessa
     La grazia, senza spendervi un denaro,
     11Cercal ne l’una, e l’altra tua braghetta.
Poiché colà con artificio raro
     Ven troverai de la Natura istessa
     14In vece d’un, effigiati un paro.