La Cicceide legittima/I/CCLXII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

CCLXII ../CCLXI ../CCLXIII IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

I - CCLXI I - CCLXIII
[p. 133 modifica]

Opinioni diverse sopra lo stato, e qualità di D. Ciccio.
Al Sig. Ottavio Carli.

cclxii.

CArli, due giorni fa si discorrea
     Fra gente di giudizio, e di prudenza
     De l’esser di D. Ciccio, e ogn’un dicea
     4(Ma discordi tra lor) la sua sentenza.
Altri ricco, altri povero il facea,
     Chi d’ignoranza pien, chi di scienza,
     Chi d’un’oscura nascita, e plebea.
     8Chi d’una chiara, e nobil discendenza.
Io veramente mi maravigliai
     Di parer sì contrarj, e la ragione
     11Non me la seppi imaginar giammai.
Ma in tanta discrepanza, e dissenzione
     Quello sol non fu messo in dubio mai,
     14Ch’ei non sia tra’ C.... l’Arcic ...