La Cicceide legittima/I/CCLXX

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

CCLXX ../CCLXIX ../CCLXXI IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

I - CCLXIX I - CCLXXI
[p. 137 modifica]

Il Medico nega a D. Ciccio la licenza di rompere la Quaresima.
Al Sig. Anton Scarella.

cclxx.

ALlor che da D. Ciccio la licenza
     Di non far la Quaresima fu chiesta,
     Dicendo, che patia d’una molesta,
     4E non mai più provata innappetenza,
 Medico asserì, che per coscienza
     Non potea soddisfar la sua richiesta,
     Per esser tempo quel di penitenza,
     8E glie ne fe larghissima protesta.
Poi gli disse, fratel, da questo male
     Fia che tu torni a sanità perfetta
     11Col cibo stesso quadragesimale,
Nè si biasmerà quella Ricetta
     Da chi sa, che i C.... quando stan male,
     14Si soglion governar con la favetta.