La Cicceide legittima/I/CCLXXVIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

CCLXXVIII ../CCLXXVII ../CCLXXIX IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

I - CCLXXVII I - CCLXXIX
[p. 141 modifica]

L’Autore non crede la morte divulgatasi di D.Ciccio.

cclxxviii.

BEnchè D. Ciccio, dopo il consaputo
     Suo male avesse preso alcun respiro
     E tal, che fu da’ Medici creduto
     4Libero già dal suo mortal martiro,
Fu detto poi, che essendo ricaduto,
     Avesse il poverel nel breve giro
     Di sol tre dì lo spirito perduto,
     8E spintol fuor con l’ultimo sospiro.
Io però quando ciò fu divulgato.
     Non ne fei caso alcun, nè me n’increbbe
     11Perchè ’l supposi un ente immaginato,
Facendo io riflession, che implicherebbe
     Contradizione il dir, ch’abbia esalato
     14Lo spirito un C.... che mai non l’ebbe.