La Cicceide legittima/I/CCLXXXI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

CCLXXXI ../CCLXXX ../CCLXXXII IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

I - CCLXXX I - CCLXXXII
[p. 142 modifica]

La Morte di D. Ciccio.

cclxxxi.

ECco estinto D. Ciccio, in cui Natura
     Le virtù più massiccie unir fu vista;
     Ogn’un con fronte sconsolata, e trista
     4Pianga la grave, universal jattura.
Su quest’Urna, ove seco ha sepoltura
     La Curial Astrea, pianga il Legista:
     Pianga seco il Poeta e l’Umanista,
     8Or, che l’aurea lor luce è fatta oscura,
Piangan presso la pompa essequiale
     Con labro addolorato e ciglio mesto
     11La fisica scienza, e la Morale;
Ma più d’ogni altro il vedovo C....
     Pianga dolente in sull’Avel di questo
     14pover C.... ch’è suo Cugin carnale.