La Cicceide legittima/I/CCXXXV

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

CCXXXV ../CCXXXIV ../CCXXXVI IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

I - CCXXXIV I - CCXXXVI
[p. 119 modifica]

La Nobiltà di D. Ciccio.

ccxxxv.

MEnte chiunque temerario, ha detto,
     Che sia D. Ciccio di progenie oscura,
     E satirica lingua in van procura
     4D’insinuar si perfido concetto.
Egli ebbe chiaro a par de l’intelletto
     Il suo principio, e nobile a misura
     De l’Ingegno sortì la genitura.
     8Dal divin che ’l formò, saggio Architetto.
E se ben egli non ha mai provati,
     Come si suol, per via di testimoni
     11I quarti de’ suoi nobili Antenati,
Non di men per antiche tradizioni
     Si sa, che con Adam furon creati
     14Fin là nel primo secolo i C....