La Cicceide legittima/I/LVI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

LVI ../LV ../LVII IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

I - LV I - LVII
[p. 29 modifica]

La Durabilità di D. Ciccio.

lvi.

S' Alzo a l’Etra le ciglia, o s’al terreno
  Globo del nostro mondo guardo il giro,
     Stabil Soglio io non veggio, e sempre miro
     4Scettro real di varietà ripieno.
Cadde in breve a Saturno, e venne meno
     In pochi lustri ad Alessandro, a Ciro:
     E da Cesarea man spesso il rapiro
     8Violenze di ferro, e di veleno.
Quindi con sorte ugual pianger discerno,
     E gl’Insubri, e i German, gli Angli, e Senoni
     11Di lor varie cadute il fato alterno.
Ma se cadono ognor diademi, e troni.
     Senza crollar D. Ciccio in sempiterno
     14Sarà, qual sempre fur Re de’ C ... .