La Cicceide legittima/I/LVII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

LVII ../LVI ../LVIII IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

I - LVI I - LVIII
[p. 29 modifica]

L’immutabilità di D. Ciccio.

lvii.

SCipione, quel sì celebre soldato,
  Che guerreggiò pel Popolo Romano,
     fu, dopo vinta l’Africa, chiamato.
     4Non già più Scipion, ma l’Africano:
E quei, che pria Consalvo era nomato,
     In premio al fin del suo valor sovrano,
     Dal grido universal venne appellato.
     8Con l’aggiunta di grande, il Capitano:
Tale ancor Marco Tullio Cicerone
     Per l’eloquenza sua, come ben sai.
     11fu detto l’Orator delle persone;
Ma tu per qualsivoglia operazione
     In saeculorum saecula sarai
     14Quel sempre C....ssimo C....