La Cicceide legittima/II/XIV

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

XIV ../XIII ../XV IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

II - XIII II - XV
[p. 176 modifica]

Per il Maritaggio di D. Ciccio con Donna attempata.

xiv.

D. Ciccio è maritato, e si dà vanto
     D’aver avuta in sorte
     La più nobil donzella,
     4Che mai trovar potesse
     Chiunque a passo, a passo
     Con la lanterna cinica scorresse
     Il Forno tutto di Torquato Tasso:
     8E certo, a parer mio,
     Tutto ciò, ch’ei dice è verità:
     Che se la nobiltà vien da l’antico;
     Su la mia fè vi dico,
     12Che non s’è vista da gran tempo in quà
     Maggiore antichità.