La Cicceide legittima/II/XLIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

XLIII ../XLII ../XLIV IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

II - XLII II - XLIV
[p. 194 modifica]

A D. Ciccio per una lunga scrittura da lui fatta in difesa d’una sua picciola possessione molestatagli per Salviano.

xliii.

E’ Veramente un degno
     Parto del vostro ingegno arcigrandone
     Quel lungo scritturon, in cui mostrate
     4A monsignor Vicario,
     Che non può l’Avversario
     Conseguir di ragione
     Col tentato rimedio
     8Super asserto Predio
     La pretesa immissione;
     Ma certi matematici,
     Ch’an vista la scrittura, e che son pratici
     12Del fondo controverso hanno affermato,
     Che voi ne la su detta Informazione
     Non avete servato
     Il termin, dicon lor, di Proporzione;
     16Perch’al fin s’è trovato
     Per via di geometrica misura,
     Che quel Fondo pulsato
     É più piccolo assai della Scrittura.