La Cortigiana (1525)/Atto quarto/Scena quindicesima

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto quarto
Scena quindicesima

../../Atto quarto/Scena quattordicesima ../../Atto quarto/Scena sedicesima IncludiIntestazione 2 giugno 2008 75% Teatro

Atto quarto - Scena quattordicesima Atto quarto - Scena sedicesima

Romanello Giudeo e Rosso.

Romanello
Ferri vecchi, ferri vecchi!
Rosso
Sarà meglio ch’io ne facci una a questo giudeo, come al pescatore.
Romanello
Ferri vecchi, ferri vecchi!
Rosso
Vien qua, giudeo! Che vòi tu di questo saio?
Romanello
Pròvetelo, e se ti starà bene sarem d’accordo.
Rosso
Metti su, ch’io voglio una volta uscire di cenci.
Romanello
Depinto! E’ pare fatto a tuo dosso.
Rosso
Al prezzo?
Romanello
Dieci ducati.
Rosso
Cava giú.
Romanello
Che vòi darmi tu?
Rosso
Otto scudi, e toglierò questa cappa per un mio frate de Araceli.
Romanello
Io son contento, se tu comperi la cappa per tuo fratello; e perché tu vegga se l’ha del panno assai, me la voglio provare.
Rosso
Non mi dispiace vedere come la torna bene indosso.
Romanello
Aiutami: da’ qua el cordone e lo scapulare; che te ne pare?
Rosso
La mi piace: l’è di panno fine e quasi nuova.
Romanello
Novissima, e fu del cardinale Araceli in minoribus,
Rosso
Volta in dietro per vedere come la fa de le crespe a iosa.
Romanello
Eccomi!