La gente di spirito/Atto quarto/Scena quindicesima

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto quarto

Scena quindicesima

../Scena quattordicesima La gente di spirito/Atto quinto IncludiIntestazione 11 aprile 2011 75% Teatro

Atto quarto - Scena quattordicesima Atto quinto

Ernesto, Massimo, Fausto, Matteo.


Massimo

a Ernesto dopo una pausa.

Signor avvocato... le vorrei parlare.
Ernesto
Ai suoi comandi.
Fausto
Matteo...

Lo tira in fondo.

Massimo
È una domanda difficile quella che le voglio fare.
Ernesto
Le assicuro che qualunque risposta mi sarà facilissima.
Massimo
Il cavaliere... ha parlato di convegni...
Ernesto
Ho capito. È una domanda difficile, non la faccia... le risponderò egualmente, ma non la faccia, per suo bene, e perché io possa credere che non ho preso errore. Lei mi tiene per onest'uomo?
Massimo

porgendogli la mano.

Ernesto

stringendola.

Glielo dissi che ci sarebbe venuto? Ebbene, senta. Dubiti di tutto, del sole, di un amico, di se stesso... Ma non della signora Lucia... non lo deve fare, lei, e non lo può fare... Ci credo io!