La gente di spirito/Atto quinto/Scena ottava

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto quinto

Scena ottava

../Scena settima ../Scena nona IncludiIntestazione 11 aprile 2011 75% Teatro

Atto quinto - Scena settima Atto quinto - Scena nona

Lucia e detti.


Ernesto
Eccola... la signora Lucia.
Lucia
Si parla di me?
Eulalia
Era per lei?
Ernesto
Sissignora.
Lucia
Che cos'è?
Eulalia

a Ernesto.

E Massimo?
Ernesto

a Eulalia.

Massimo... non credette di lasciar passare alcune parole... un po' precipitate.
Eulalia

ironica a Lucia.

Mi rincresce di aver tolto modo al tuo campione di far le sue prove.

S'incammina.

Lucia
Eulalia... io non capisco nulla.
Eulalia
Te lo spiegherà il signor avvocato... io vado dal papà a partecipargli la mia decisione.
Lucia
Hai risoluto?
Eulalia
Sì, acconsento alla domanda del cavaliere Carlo. (Volgendosi a Ernesto). Perché gli voglio bene, e sono sicura che mi vuol bene.

Esce. Lucia la vuol seguire.