La vegetazione del parco urbano "Pineta" di Castel Fusano/Introduzione

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Introduzione

../ ../Storia di Castel Fusano IncludiIntestazione 17 luglio 2008 75% Da definire

La vegetazione del parco urbano "Pineta" di Castel Fusano Storia di Castel Fusano


Fermamente convinti che tutto il patrimonio naturale ancora presente sulla terra per essere apprezzato nella sua interezza ed importanza deve essere prima studiato con un approccio serio e competente, abbiamo svolto un lavoro floristico - vegetazionale nell’arco di 5 anni (1983-1987), nella Pineta di Castel Fusano divenuta nel 1980 Parco regionale urbano con la legge regionale del 26 settembre 1980 n. 91 riguardante l’"Istituzione del parco urbano - Pineta di Castel Fusano -".

La Regione ha affidato la gestione del Parco al Comune di Roma.

Lo studio floristico ci ha portato ad identificare 455 specie che crescono in queste zone. Le specie sono state raccolte in tutti gli ambienti del Parco ed anche in località limitrofe di importanza rilevante, crediamo, benché al di fuori degli attuali confini del Parco stesso.

Le specie sono state determinate all’Università degli Studi di Roma "La Sapienza", nel Dipartimento di Biologia Vegetale.

Man mano che procedevamo alla determinazione abbiamo ordinato le specie, per famiglie, in un erbario.

Lo studio vegetazionale ha evidenziato la presenza di almeno 15 associazioni vegetali per le quali sono stati effettuati rilievi fitosociologici ordinati, successivamente, in tabelle di associazione.

Con questo lavoro ci prefiggiamo di dare un contributo ai numerosi studi avviati per la conoscenza e la salvaguardia del litorale.

Ci auguriamo di poter contribuire a dare l’avvio al tanto sospirato parco Naturalistico-Archeologico del litorale romano.

La zona in esame, essendo stata in ampi tratti violentemente impattata, è stata studiata con metodi adattati ai particolari problemi e quindi in qualche aspetto diversi da quelli previsti per lo studio di una vegetazione più naturale; nonostante ciò la rigorosità del lavoro rende possibili i confronti vegetazionali con zone simili quali, ad esempio, l’adiacente tenuta presidenziale di Castel Porziano.

Ringraziamo il dottor Nando Lucchese per il prezioso aiuto accordatoci ed il professor Sandro Pignatti per averci insegnato un metodo di lavoro e reso possibile questo studio.