Le poesie di Catullo/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
9

../8 ../10 IncludiIntestazione 6 settembre 2010 100% poesie

Gaio Valerio Catullo - Poesie (I secolo a.C.)
Traduzione dal latino di Mario Rapisardi (1889)
9
8 10
[p. 12 modifica]


Dunque, o Veranio, tu che de’ miei
     Amici innumeri il primo sei,

Tornasti ai patrj lari, all’affetto
     Fraterno, al tenero materno petto?

5Tornasti? O annunzio felice! Or io
     T’udrò al tuo solito, Veranio mio,

[p. 13 modifica]


Narrar le iberiche terre, le genti
     C’hai visto incolume, l’opre, gli eventi,

Mentre all’amabile tuo volto io fiso
     10Andrò baciandoti la bocca e il viso.

Oh qual degli uomini più lieti, quale
     A me lietissimo può dirsi uguale?