Le rime di M. Francesco Petrarca/Sonetto VII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

../Sonetto VI ../Sonetto VIII IncludiIntestazione 4 settembre 2012 100% Sonetti

Sonetto VI Sonetto VIII

[p. 6 modifica]

SONETTO VII.


LA gola, e ’l sonno, e l’oziose piume
     Hanno del mondo ogni virtù sbandita,
     Ond’è dal corso suo quasi smarrita
     4Nostra natura vinta dal costume;
Ed è sì spento ogni benigno lume
     Del ciel, per cui s’informa umana vita;
     Che per cosa mirabile s’addita
     8Chi vuol far d’Elicona nascer fiume.
Qual vaghezza di Lauro? qual di Mirto?
     Povera, e nuda vai, Filosofia,
     11Dice la turba al vil guadagno intesa.
Pochi compagni avrai per l’altra via;
     Tanto ti prego più, gentile spirto,
     14Non lassar la magnanima tua impresa.