Leggenda eterna/Leggenda eterna/Due Novembre

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Due Novembre

../Ritorno ../A un Colibrì imbalsamato IncludiIntestazione 31 luglio 2010 75% Letteratura

Leggenda eterna - Ritorno Leggenda eterna - A un Colibrì imbalsamato

 
Oh se potessi ancora
sognar! ridirmi ancora:
- egli m’ama, egli pensa
a me, sempre; egli guarda
5questi limpidi giorni e pensa a me;
guarda queste serene
notti, ed incontro sempre
l’innamorato suo pensier mi viene!
questa lucente vita
10non gli par bella se non per me sola,
e con me sola; tutto l’altro ormai
follia, follia, follia,
e nessuna parola
lo accende e lo consola
15se non gli viene dalla bocca mia.
Quando verrà l’inverno
coprendo il cielo d’una bigia trama
di nuvole, e cadranno
le lunghe piove e le melanconie
20sovra la terra; intorno a me, ch’egli ama,
sarà il sole, una calda onda di sole,
l’ardente soffio dell’intensa brama,
la viva vampa delle sue parole
intorno a me, ch’egli ama!
25. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Ecco Novembre; s’aprono
i cimiteri. Oh se potessi ancora
sognar! L’inverno viene
30ed il sol ci abbandona.
Oh se potessi ancora
sognar! L’inverno viene
ed il sol ci abbandona.
Cadon le pioggie lente,
35s’aprono i cimiteri;
una campana suona
interminabilmente.