Meditazioni sulla economia politica con annotazioni/XXIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Errori che possono commettersi nel calcolo della Popolazione

../XXII ../XXIV IncludiIntestazione 12 dicembre 2016 100% Da definire

Errori che possono commettersi nel calcolo della Popolazione
XXII XXIV
[p. 153 modifica]

§. XXIII.

Errori che possono commettersi nel calcolo della popolazione.


R
Itornando al soggetto principale, l’accrescimento della popolazione si è dunque il solo sicuro indice dell’accrescimento dell’annua riproduzione. Ma per verificar bene questo fatto conviene usare di alcuni riguardi. Talvolta può parere accresciuta la popolazione, o scemata in uno Stato, unicamente perchè sia accresciuta, o scemata l’attenzione, colla quale si son fatte le ricerche. I registri degli Ecclesiastici sogliono essere i più fedeli; ma [p. 154 modifica]se questi si paragoneranno con altri registri meno esatti, la differenza dei due termini non proverà lo stato della popolazione. Conviene nei casi pratici non dimenticare questi riguardi sebben minuti, poichè per cavare una conseguenza sulla popolazione, bisogna che la fedeltà, e l’esattezza dei diversi anni, che si paragonano, sia verisimilmente eguale.

Di ogni nazione sarebbe facile il provare qualunque delle due tesi, o che la popolazione sia scemata, o che sia cresciuta, quando si scelga un anno indistintamente fra i precedenti. Dopo una pestilenza, dopo i disastri d’una guerra facilmente uno Stato era più spopolato di quello che oggi non lo sia, quantunque la popolazione attualmente deperisca. In simili calcoli due soli estremi non bastano, ma conviene avere una serie di più anni immediatamente precedenti. In una serie di 6. o 8. anni consecutivi si conosce qual moto prenda la popolazione, e formando una media proporzione di più anni si conosce realmente, se l’ultimo stato sia maggiore, o minore di quella; dal che può cavarsene una conseguenza la più giusta e provata di qualunque altra, per conoscere se l’annua [p. 155 modifica]riproduzione, e la prosperità pubblica accrescano, o diminuiscano.


Annotazioni.

L’accrescimento della Popolazione non è dunque il solo sicuro indice dell’accrescimento dell’annua riproduzione. Il modo poi di accertarsi della verità precisa della Popolazione d’un Paese consiste nella numerazione delle persone, in qualunque forma questa si faccia, purchè sia eseguita il più esattamente che sia possibile. L’Autore tenta d’inspirare un Pirronismo che sembra fuor di proposito: mentre per ben esaurire questo Articolo doveva egli dimostrare piuttosto il modo di rettificare la numerazione; cioè dato un tal numero di anime in un anno insegnarci, quanti debbano essere presso poco i Nati, quanti i Morti, sì nelle Città, che nella Campagna; i Maschi, le Femmine, i Matrimonj, gli Adulti e le Adulte, i Fanciulli e le Fanciulle, i Preti, i Frati, le Monache, gli Orfanelli, gli Esposti, i Retenti, gli Educati ec. Queste Classi, che si proporzionano presso poco da per tutto, ci dimostrano, se la numerazione sia, o non sia esattamente eseguita.

Per conoscere poi se un Paese sia più popolato di un altro, conviene confrontare Area ad Area, e Popolazione a Popolazione. Per esempio l’Area del Regno di Napoli è di miglia quadrate 24000. e la Popolazione è di quattro millioni; cioè in ragione di 166. ⅔. per ogni [p. 156 modifica]miglio quadrato: Nello Stato di Milano, compresi i laghi, si computa all’incirca l’Area di miglia Quadrate 3000. e la Popolazione è di circa 1120000. compresa la Milizia; e così in ragione di Persone 373 ⅓. per ogni miglio quadrato. Dunque la Popolazione del Regno di Napoli alla Popolazione dello Stato di Milano sta come 5. a 11. crescenti; dunque lo Stato di Milano è quasi il doppio più popolato del Regno di Napoli. Così si confrontino gli altri Paesi e i Regni, e si ritroverà qual Paese è popolato più, quale meno; e quindi potranno dedursi le conseguenze.