Memorie dell'apparizione e della chiesa di S. Maria della Castagna nella parrocchia di Fontana/Orazioni per la novena

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Orazioni per la novena

../La chiesa di S. Maria della Castagna IncludiIntestazione 9 novembre 2011 100%

La chiesa di S. Maria della Castagna
[p. 12 modifica]

Orazioni per la novena

in preparazione alla festa

DI S. MARIA DELLA CASTAGNA


L’Illustrissimo e Reverendissimo Monsignor Gaetano Camillo Guindani Vescovo di Bergamo concede 40 giorni di Indulgenza per ogni volta, che si reciteranno con cuore contrito e divotamente le seguenti preghiere.


I.

Beatissima Vergine Maria, che vi degnaste in questo luogo mostrare quanto siate pietosa e tenera degli afflitti, che v’invocano con umiltà e confidenza, deh! movetevi a pietà anche di noi, ed impetrateci dal vostro Divin Figliuolo d’esser liberi sempre da ogni male spirituale e di portare con pazienza i temporali, per meritarci il premio di vita eterna. Ave Maria.


II.

Benignissima Vergine Maria, tesoriera delle grazie celesti, ottenete a noi dal Signore la luce della grazia divina, affinchè, illuminato il nostro intelletto ed infiammato il nostro cuore, possiamo prevedere ed evitare tutti i pericoli e gli inganni del nemico, ed [p. 13 modifica]amando Iddio condurci felicemente al porto della eterna salute. Ave Maria.


III.

Dolcissima Vergine Maria, fate per la vostra misericordia e pietà, che possiamo imitare le eccelse vostre virtù, affinchè l’anima nostra, ornata di queste, piaccia al vostro Divin Figliuolo e nostro giudice Gesù, e riceva così l’immarcescibil corona di gloria. Ave Maria.


IV.

Santissima Vergine Maria, che per tanti secoli avete mostrato la potenza del vostro braccio e riempiuto di grazie e di consolazioni i fedeli, che ne’ loro bisogni ebbero ricorsi a questa benedetta vostra Immagine; deh! vi piaccia eziandio con noi vostri figli rinnovare gli antichi prodigi, e confortarci di continuo della vostra benedizione, affinchè possiamo correre con alacrità la via de’ divini comandamenti e salvare le anime nostre. Ave Maria.


V.

Potentissima Vergine Maria, che invocata dai vostri figli, avete tante volte sospesi i flagelli dell’ira divina e cessate la mortalità e le pestilenze, degnatevi, ve ne preghiamo, [p. 14 modifica]di tener sempre lontana da noi la malattia contagiosa, che ci ha sì spesso travagliati e fate in modo, che non abbiamo mai più co’ nostri peccati a meritarci i castighi dell’irritata giustizia di Dio. Ave Maria.


VI.

Clementissima Vergine Maria, che essendo il fiore del campo e il giglio delle convalli, vi compiaceste sovente di eleggere i monti e le campagne per mostrare lungi da’ romori mondani la materna vostra tenerezza; otteneteci dal Signore che ci dia e conservi i frutti della terra; affinchè provveduti sufficientemente de’ presenti ajuti possiamo con più fiducia desiderare le cose sempiterne. Ave Maria.


VII.

Purissima Vergine Maria, che per singolare grazia e privilegio di Dio onnipotente, in vista dei meriti di Gesù Cristo Salvatore dell’uman genere, nel primo istante di vostra Concezione foste preservata immune da ogni macchia di colpa originale, come a somma nostra consolazione la Chiesa in questi ultimi tempi ha definito; per tanta vostra purezza impetrate a noi pure la grazia di vivere sempre mondi di cuore e di corpo, affinchè ci sia dato di poter un giorno abitare [p. 15 modifica]con Dio e con Voi negli eterni tabernacoli della gloria. Ave Maria.


VIII.

Amorosissima Vergine Maria, che siete mediatrice di pace tra Dio e le sue creature, ottenete, ve ne preghiamo, dal Signore piena e perfetta pace e concordia ai Principi e ai popoli Cristiani, affinchè tutti, deposta ogni paura, possiamo servire con sicurezza alla gloria del Creatore. Ave Maria.


IX.

Sapientissima Vergine Maria, conservatrice gloriosa della cattolica verità, che sola avete distrutto ogni eresia in tutto il mondo, deh! pregate per noi e per tutti i popoli cattolici, affinchè stiamo sempre saldi nell’ovile di Gesù Cristo e obbedienti alla voce del Supremo Pastore e suo Vicario in terra, senza che mai s’insinui tra noi alcun errore; anzi fate sì, che s’accostino ed entrino nella Chiesa anche tutti gli infelici che ne sono lontani, nè perisca alcun’anima redenta dal Sangue prezioso del vostro Divino Figliuolo. Ave Maria.


IMPRIMATUR

Bergomi, die 3 Aprilis anno 1901

Cajetanus Camillus Episcopus