Memorie storiche civili, ed ecclesiastiche della città, e diocesi di Larino/Libro IV/Preliminari

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro IV

Incipit

../ ../Idea Generale de' luoghi, che compongono la Diocesi di Larino IncludiIntestazione 5 settembre 2010 75% Da definire

Libro IV Libro IV - Idea Generale de' luoghi, che compongono la Diocesi di Larino

NEl lib. 3. di queste nostre Memorie Storiche fu parlato delle Memorie Storiche Civili, ed Ecclesiastiche della Città di Larino, e nel Cap.3, de’ Confini di questa Diocesi, come pure del numero de’ Luoghi, che la compongono; e prescindendo da quei, che erano ne’ tempi passati, quando il numero era assai maggiore, e ora sono distrutti dalle solite vicende di guerra, tre muoti, peste, e simili desolazioni, ivi fu detto, che al presente tutti sono, oltre alla Città, diciotto, cioè:

  • Ururi
  • San Martino in Pensili
  • Portocannone
  • Campomarino
  • Sant’Agata coll’Isole di Tremiti
  • Chieuti
  • Serracapriola
  • Loritello
  • Santa Croce de’ Greci
  • San Giuliano
  • Colletorto
  • Bonefro
  • Montelongo
  • Montorio
  • Ripabottoni
  • Morrone
  • Provvidenti
  • Casacalenda

E come che, per quel, che si è accennato, già è stato trattato nel precedente lib. 3. delle Memorie Storiche Civili, ed Ecclesiartiche di Larino: ora in questo si farà parola delle Memorie Storiche Civili, ed Ecclesiartiche de’ suddetti luoghi, quali al presente compongono la sua Diocefi in tanti Capi distinti, e loro respettivi Paragrafi, non lasciando di dire alcuna cosa delle Terre, Ville, e Castelli per varie cagioni già diftrutti; e così ancora delle Chiese di que’ tempi, o de’ tempi appresso, che pure fono disfatte per quelle notizie, che si sono potute avere, notandosi i luoghi, e Chiese distrutte ne’ territorj delle Terre, e luoghi esistenti, o loro vicinanze per i vestigj, che ne fono rimasti, o altre notizie, che se ne hanno; e se ne farà parola coll’ordine, con cui sono stati notati, non già per dare la precedenza ad alcuna Terra, e levarla a quella, che voglia pretenderla, ma solo si pensa principiare da Ururi, come quello, che fu Casale della Città di Larino, e poi Feudo Nobile del Vescovado, e terminare a Casacalenda; e prima d’inoltrarci a parlare de’ suddetti luoghi in particolare, stimiamo premettere, come Preliminari alcuni Paragrafi di certe cose comuni a tutti, o a molti di essi.