Memorie storiche civili, ed ecclesiastiche della città, e diocesi di Larino/Libro V/Pietro II

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro V
XXIV
Pietro II

../Giovanni VII ../N. IncludiIntestazione 9 aprile 2009 75% Storia

Libro V - Giovanni VII Libro V - N.

XXIV. Pietro, il quale tra nostri Vescovi, è il II. di questo nome . Egli intervenne al Con«ilio di Laterano III. e Generale Ecumenico XI. celebrato sotto Alessandro III. l’anno 1179. contra i Waldesi, detti anche Poveri di Leone , è contra li Scismatici, ordinati da Vittore IV. Antipapa. E tra quei della Provincia Beneventana si legge soscritto il settimo, cosi solamente : Petrus Larinensis, in un Catalogo riportato nel tom.12. dello Spicilegio Dacheriano p.636. e l’Ar duini anche così lo nota nella sua gran Collezione de’ Concilj, nella Sala Vescovile trascritta lib.3. c.4. n.7. p.186. si legge: F. Petrus Episcopus Alex.III Pontif. inter. fuit III. Concilio Lateranem , habito ad profligandum Chatarorum Schismata Anno MClXXIX. Per quella F. posta innanzi al nome si potrebbe dire , che fusse stato Frate di qualche Religione , e se non de’ Mendicanti, che ancora non erano forti , forsi di alcuna delle Congregazioni delli Benedettini, i quali si leggono per que’ tempi in più scritture col nome di Fratres; ma stimiamo meglio, che ciò fusse effetto di poca intelligenza dello Scrittore della Sala di mettere a questo Pietro , e a Gualtero, che viene appresso n. XXX. il Fra, con quella F. per aver forsi letto nelle Bolle di Lucio III. e d’Innocenzo IV. indrizzate a questi Vescovi quel Venerabili Fratri Petro, e Venerabili Fratri Gualterio, senza riflettere , che questo sia costume del Romano Pontefice , appellare i Vescovi Fratelli, per esser anch’egli Vescovo, oltre all’ampia, e suprema su a potestà , che lo costituisce Capo della Chiesa.
Pietro profittò molto alla sua Chiesa; imperciocché gli riuscì di ricuperare alla medesima la Terra di Morrone , e con detta Terra molte Chiese , che si ritenevano dall’Arcivescovo di Benevento il quale coll’occasione, che i Vescovi Beneventani, quasi per tre secoli l’avevano governate, come unite alla loro, non avevano curato rilasciarle, in tempo, che ritornò il proprio Vescovo alla nostra, e la Chiesa Larinese ne fu reintegrata con sentenza del Cardinal Lombardo, Arcivescovo di Benevento, il quale per la sua integrità , ancorché interessato, fu destinato Giudice di questa causa da Papa Alessandro III, e questa sentenza difinitiva è data in Benevento l’anno 1175, e si legge distesa nel lib. 3. cap. 3. n. 7. e poi fu confermata con tutti li privilegj di questa Chiesa a preghiere di esso Pietro da Lucio III. successore di Alessandro l’anno 1181. con sua Bolla, che si legge riportata in d. lib. 3. cap.5. n.3.