Nasce dell'Anglia il sospirato Erede

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Michele Giuseppe Morei

N Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Nasce dell’Anglia il sospirato Erede Intestazione 17 novembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Michele Giuseppe Morei


[p. 294 modifica]

VIII1


Nasce dell’Anglia il sospirato Erede,
     Cui di tre Regni ampio retaggio aspetta;
     Nasce, e verso l’Oceano il Sol s’affretta,
     Per darne avviso alla regal sua Sede.
5Nasce, e mentre il novello Anno sen riede,
     Perchè un nuovo di cose ordini prometta;
     Nasce, e Roma per patria ha il Cielo eletta
     D’un, cui già scelse in difensor la Fede.
Nasce, e insolito lume appar nel Cielo;
     10La gente il guarda e ne fa lieti auguri,
     Che sì l’inspira un amoroso zelo.
Io non cerco degl’Astri i detti oscuri,
     Cerco i meriti del Padre, in loro io svelo
     Ciò, ch’al Figlio si dee ne’ dì futuri.


Note

  1. Per la nascita dell’A.R. Carlo Eduardo Principe della gran Brettagna.