Novellino/LVII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
LVII

../LVI ../LVIII IncludiIntestazione 5 maggio 2009 75% Novelle

LVI LVIII
Qui conta di madonna Agnesina di Bologna

Madonna Agnesina da Bologna, istando un giorno in una corte da sollazzo (et era donna dell’altre, intra le quali aveva una sposa novella, alla quale voleano fare dire com’ella fece la prima notte), cominciossi monna Agnesina alle più sfacciate, e domandò prima loro. L’una dicea:

«Io il presi ad ambo mani»; e l’altra dicea in altro sfacciato modo.

Domandò la sposa novella.

«E tu come facesti?»

E quella disse molto vergognosamente, cogli occhi chinati:

«Io il presi pur colle due dita».

Allora monna Agnesina rispuose e disse:

«Deh, cagiù ti foss’ello!»