Novellino/XI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XI

../X ../XII IncludiIntestazione 5 maggio 2009 75% Novelle

X XII
Qui divisa dell’onore che Aminadab fece al re David, suo naturale signore

Aminadab, conduttore e mariscalco del re Davit, andò con grandissimo exercito di gente, per comandamento del re Davit, a una città de’ Filistei.

Udendo Aminadab che·lla città non si potea più tenere e che s’avrebbe di corto, mandò al re Davit che li piacesse di venire all’oste con moltitudine di gente perché dottava del campo. Il re Davit si mosse incontanente et andò nel campo.

Ad Aminadab suo mariscalco domandoe:

«Perché mi ci ha’ fatto venire?».

Aminadab rispuose:

«Messere, perché la città non si può più tenere, et io volea che la vostra persona avesse il pregio di così bella vittoria, anzi che l’avessi io».

Combatteo la città e vinsela; e lo pregio e l’onore n’ebbe lo re Davit.