Novellino/XIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XIII

../XII ../XIV IncludiIntestazione 5 maggio 2009 75% Novelle

XII XIV
Come uno re fece nodrire un suo figliuolo anni dieci in tenebrose spilonche, e come le donzelle li piacquero sopra l’altre cose

A uno re nacque uno figliuolo; i savi strolagi providero che, s’elli non stesse anni dieci che non vedesse il sole, che perderebbe il vedere.

Allora il re il fece guardare in tenebrose spelonche il tempo detto, poi lo fece fuori trarre e dinanzi lui mettere molte gioie e cose belle e di belle donzelle, nominandole a lui tutte per nome; e, dettoli le donzelle essere dimoni, poi lui domandaro qual d’esse più li fosse graziosa.

Rispuose: «I domoni».

Allora lo re di ciò si maravigliò molto, dicente:

«Che cos’a tirannia è bellore di donna!»