Novellino/XXXV

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XXXV

../XXXIV ../XXXVI IncludiIntestazione 5 maggio 2009 75% Novelle

XXXIV XXXVI
Qui conta del maestro Taddeo di Bologna

Maestro Taddeo, leggendo a’ suoi scolari in medicina, trovò che, chi continuo mangiasse nove dì di petronciani, che diverebbe matto; e provavalo secondo fisica.

Un suo scolaro, udendo quel capitolo, propuosesi di volerlo provare: prese a mangiare de’ petronciani, et in capo de’ nove dì venne dinanzi al maestro e disse:

«Maestro, il cotale capitolo che leggeste non è vero, però ch’io l’hoe provato, e non sono matto»:

e pure alzasi e mostrolli il culo.

«Iscrivete» disse il maestro «che provato è; e facciasene nuova chiosa».