Nuovo vocabolario siciliano-italiano/AJ

Da Wikisource.
AJ

../AI ../AL IncludiIntestazione 8 febbraio 2023 75% Da definire

AI AL

[p. 36 modifica]Ajà. Modo d’incitar le bestie a camminare, o a stornarli da un luogo: anda.

Àja. V. gaja. || Per aria (aja) Prov. simenza rara nun fa virgogna all’aja. (Minà Palumbo) seminando rado, si raccoglie assai.

Ajai e Ajajai. Esclamazione di dolore: ahi! ahiahi! ohi! || Interiez. di maraviglia: capperi! || Voce bambinesca, piccola doglia: dogliuzza, doglierella.

Ajeri. avv. Il giorno prossimo passato: ieri, jeri. || ajeri matina: ieri mattina. || ajeri sira o aerisira o arsira: ier sera. || ajeri notti: ieri notte. || l’autru ajeri o avanteri: ier l’altro o avantieri o dinanz’ieri, e alcune volte l’altr’ieri, benchè questo propr. significhi: alcuni giorni sono, l’altro giorno. (Dallo Sp. ayer).

Aju. s. m. Sopraintendente alla educazione di un fanciullo: ajo.

Àjula. Pesce ed uccello V. gajula.

Ajuntari o Agghiuntari. v. a. Unire, congiungere.

Ajutanti. s. m. Ajutatore: ajutante, impiego in diversi rami.

Ajutari. v. a. Porger ajuto: ajutare. || Rifl. Far presto. || Prov. ajutarisi cui li manu e cu li pedi: ajutarsi colle mani e co’ piedi. (Varchi). || ajutati ca t’ajutu: ajutati ch’io t’ajuto, non bisogna aspettar tutto dalla divina provvidenza. || ajutati si voi essiri ajutatu o cu s’ajuta diu l’ajuta: chi s’ajuta Dio l’ajuta. È pur titolo di famoso libro dello Smiles, che tutti e specialmente i meridionali dovrebber meditare. || ajutati mentri poi: chi non s’ajuta si annega. || mi vaju pri ajutari e mi sdirrubbu: nido fatto, gazzera morta. Quando alcuno dopo travagliatosi vien colpito da disgrazia. P. pres. ajutanti: ajutante. P. pass. ajutatu: ajutato.

Ajutaturi –tura. verb. Chi o che ajuta: ajutatore –trice.

Ajuticeddu. dim. di ajutu: ajutarello, ajutuzzo.

Ajutu. s. m. Mezzo pel quale e s’alleggerisce e si scansa un male, e s’agevola una operazione: ajuto. || ajutu di costa: ajuto di costa, ajuto dato più del convenuto. || cui ad autru nega ajutu a sè lu nega: a sè l’ajuto nega, chi ad altri il nega. || tintu cu’ ajutu di li parenti aspetta: chi non ha del suo patisce carestia di quel degli altri.


Supplemento

[p. 1126 modifica] [p. 1127 modifica] [p. 1128 modifica] Ajustari. V. agustari.