Or qual mai darem lode al pregio vostro

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Faustina Maratti

1833 O Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Intestazione 4 novembre 2016 75% Canzoni

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte

[p. 37 modifica]

XXI1


Or qual mai darem lode al pregio vostro

[p. 38 modifica]

     Noi dell’Arcadia poveri Pastori?
     Serto noi ti farem di Rose e fiori?
     Nò, che cinto vai tu di lauri e d’ostro.
5Forse a suon di zampogna, o con inchiostro,
     Diremo al tuo gran Nome Inni canori?
     Nò, ch’hai tu d’Elicon i primi onori,
     E perde appo al tuo canto il canto nostro.
Tu, che di Costantino i pregi, e il vanto
     10Fai risorger sul Tebro, e gli dai palma
     Sotto il vessillo glorioso e santo:
Tu, ch’hai maggiore il cor d’ogni pensiero,
     Tu solo puoi cantar di tua grand’alma,
     Alma immortal degnissima d’impero.

Note

  1. Coronale per il Dramma del Costantino Pio fatto rappresentare dell’Eminentissimo Ottoboni.